Come una stanza

È passato quasi un anno dall’ultimo post che ho pubblicato su questo blog, lo stesso tempo da quando ho scritto l’ultima notizia sui social network. Mi sono allontanata da tutto ciò che riguardava la scrittura e i miei libri, a malincuore, sapendo che tutto questo mi sarebbe mancato, che voi mi sareste mancati.

La vita mette le persone davanti a dei problemi, o delle sfide, se si vuole vedere la faccia più positiva della medaglia. E quando questi problemi rischiano di cambiare la loro esistenza, le persone si fermano a riflettere. A volte, queste riflessioni implicano un allontanamento, una sorta di solitudine necessaria a trovare il silenzio nella confusione, al fine di cercare la propria felicità.

Vi rassicuro dicendovi che non ho avuto nessun problema medico, nessun guaio con la giustizia, niente che agli occhi del mondo possa essere considerato grave. Ma lo era ai miei, di occhi. E agli occhi di altre persone estremamente importanti per me.

Perciò ho dovuto pensare a me stessa, io, che mi sono sempre detta altruista, che ho sempre messo davanti ai miei i problemi degli altri. Ho dovuto dare priorità a qualcosa di importante, ciò che di più importante c’è nella mia vita, e ho dovuto escludere tutto quello che avrebbe potenzialmente potuto distrarmi.

Prendete una stanza. Tutto ciò che si trova lì dentro è in completo disordine. I cassetti, gli armadi, la libreria, gli scaffali. Tutto all’aria. Da dove si comincia per mettere a posto? Da ciò a cui si è più attaccati, ciò che dà più sicurezza. Da ciò che si conosce bene e che si sa come sistemare, ma a cui si voglia dare nuovo sfarzo, un’aria sana e pulita. Poi viene tutto il resto, e piano piano, un passo alla volta, la stanza torna a essere ordinata.

Pensatemi come quella stanza. Anche se non sapete cosa c’è dentro quelle pareti, anche se non sapete cosa abbia provocato il disordine, sappiate che ora c’è tanto spazio e aria buona. Non tutto è perfetto: c’è ancora qualche soprammobile fuori posto, angoli impolverati difficili da raggiungere, cavi da raccogliere e organizzare, ma lo spazio è confortevole e gli ospiti possono finalmente entrare.

Gli ospiti siete voi e voglio trattarvi al meglio. Prima non potevo farlo. Ora mi sento di riuscirci.

Molti di voi sono felici del mio ritorno; c’è chi ha reagito con rabbia, forse delusione; ad alcuni non importa nulla. Ma sono qui, sono sempre stata qui, anche se non mi vedevate, anche se i vostri messaggi sono rimasti senza risposta per tanto tempo.

Questi mesi sono serviti per tante cose, anche sul piano letterario. Progetti a breve e a lungo termine, di cui vi parlerò, ma non adesso. Vi riprendo un passo alla volta; prima vi faccio vedere cosa c’è sugli scaffali, poi apro i cassetti per rivelarne il contenuto.

Benvenuti nella mia nuova casa. Spero accettiate il mio invito e vi fermiate per il tè.

 

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr

Ritorno a casa

libri-vampiri-paranormal-ritorno-casaSono riuscita a tornare dopo alcune settimane, per aggiornare il mio spazio web letterario. Diverse ragioni mi hanno tenuta lontana da voi: gli impegni estivi (tanti, tantissimi! Non ho mai corso così tanto in nessun’altra estate), il mio computer che evidentemente ha sofferto degli sbalzi di temperatura (rientrato a casa come nuovo, o quasi), la mole di lavoro in ufficio, le vacanze all’estero… Insomma, il mio blog e la mia fan page di Facebook sono rimasti fermi per un po’, ma è arrivato il momento di riprendere la scia e comunicare di nuovo con tutti voi.

Eh sì, l’estate sta purtroppo volgendo al termine. I mesi sono volati e le pagine del calendario vengono staccate con una frequenza decisamente alta. Mi sembra ieri di aver annunciato l’uscita del mio Diario e invece sono già passati più di otto mesi. L’orologio ticchetta e si avvicina il momento in cui vi parlerò del libro che proseguirà la saga di “I Diari di Isabel”.

Nell’attesa, non mi resta che darvi un caloroso abbraccio. Bentrovati a tutti, lettori!

 

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr

23 aprile: Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore

giornata-mondiale-libro-diritto

 

Perché leggere? I libri permettono di vivere in altre menti, per farci uscire dalle nostre e vedere il mondo da diverse prospettive.
Perché leggere? Le storie sono piene di insegnamenti, che entrano silenziosamente­ nella nostra anima e ci rendono persone migliori.
Perché leggere? Non sempre la vita va come desideriamo e a volte il sorriso scappa via dalle nostre labbra. Un libro ci permette di volare lontano e riacciuffare quel sorriso.
Perché leggere? I libri sono cultura, e senza cultura l’essere umano sarebbe solo un guscio vuoto.

— 23 aprile: Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore —

Leggete per vivere.

 

Con questo mio pensiero, vorrei celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’autore, istituita dall’Unesco. I libri sono una bellissima espressione della vita e senza lettori i libri non esisterebbero più. Promuovete la lettura, sempre, con chiunque vi circonda.

 

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr

Buona Pasqua!

libro-vampiri-paranormal-auguri-pasquaSe mettiamo il muso fuori dalle nostre case lo vediamo tutti: sarà una Pasqua particolarmente uggiosa. Ma noi non ci scoraggiamo, vero? Siamo comunque pronti a goderci queste due giornate di festa in compagnia di amici e parenti.

Vi auguro dunque di trascorrere una Pasqua felice. Se il sole manca nel cielo, saranno le persone che ci vogliono bene a portarlo nei nostri cuori!

Auguri di buona Pasqua!

 

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr

Tre mesi insieme a voi: grazie a tutti!

libro-vampiri-paranormal-tre-mesi

Carissimi amici, già tre mesi sono passati da quando “Il Diario di Isabel” ha visto la luce sul Kindle Store di Amazon. In questo tempo la mia creaturina è cresciuta, si è fatta strada nel formato cartaceo e nel formato epub, e ora raggiunge un ampio numero di lettori.

Oggi compie tre mesi, il mio Diario, e ride, ride di gioia. Tre mesi sono un buon periodo, per un libro, in cui tirare qualche somma.

Non parlo solo di numeri. È vero, quelli sono importanti. Ho tagliato traguardi che, all’inizio di questa avventura, non avrei mai creduto di poter raggiungere. Ho ottenuto un grande numero di vendite, le recensioni sono state tante, ho toccato le vette delle classifiche Amazon, le visite al sito sono state migliaia. Insomma, è tutto molto soddisfacente, ma questo è niente in confronto agli altri aspetti che hanno caratterizzato questo tempo trascorso insieme a voi.

libro-vampiri-paranormal-copertina-tre-mesiSì, perché siete voi lettori a essere i protagonisti di questa bella storia. Siete voi ad aver animato questi tre mesi, ad aver permesso al mio Diario di muovere i primi passi e di mettersi a correre insieme agli altri libri che tutti i giorni passano dalle mie e dalle vostre mani. Siete stati voi, con le vostre parole, i vostri messaggi nella casella di posta, i vostri commenti sui blog e su Facebook, ad aver fatto in modo che il mio Diario potesse uscire dal cassetto e volare lontano.

Come avrete notato leggendo le mie interviste, l’autopubblicazione per me è stata un esperimento. C’è chi sostiene che l’autopubblicazione sia l’ultima spiaggia per quegli autori che non riescono a trovare riscontro dagli editori. Forse per alcuni lo è davvero, ma non per il mio Diario, che non ha mai raggiunto la casella di posta o la scrivania di un editore; è stata una mia scelta, nel tentativo di trovare una via diversa per arrivare ai lettori. “Il Diario di Isabel” è nato con la voglia di mettere in gioco me stessa, un gioco che ho deciso di gestire da sola, sperando che la mia fatica venisse poi ricompensata.

libro-vampiri-paranormal-fuoco-acquaLe ricompense ci sono state, accompagnate dalla mia grande gioia. Me le avete date voi, queste ricompense, persone straordinarie che ho conosciuto durante il mio giovane percorso letterario.

Questo post nasce soprattutto per dire grazie a voi. A tutti, nessuno escluso, perché ogni giorno mi trasmettete forti emozioni, che siano positive o meno. Non è anche questa, la forza dell’essere umano, che prova grandi sentimenti e cerca il modo più creativo per esporli?

Dunque grazie a tutti i lettori, che esprimono la loro opinione con grandissimo entusiasmo, facendomi commuovere ogni volta che leggo un loro commento sugli store o un loro messaggio sulla bacheca di Facebook.

Grazie alle fantastiche blogger che hanno fatto conoscere il mio Diario al mondo, con le loro golose anteprime e le loro recensioni sempre attente. È straordinario il lavoro che svolgete per gli autori italiani. È anche merito vostro se non cadiamo nel dimenticatoio di un mercato ricolmo di scrittori stranieri.

Grazie a tutte le persone che mi sono state vicine negli anni e che mi hanno sostenuta nel corso di questi mesi dedicati a “Il Diario di Isabel”. Voi lettori non potete vederle, ma sappiate che ci sono e che senza di loro forse avrei mollato molto prima della pubblicazione.

Grazie anche ai lettori che hanno tentato di darmi fiducia, ma che poi non sono rimasti soddisfatti. Si dice: il mondo è bello perché è vario, e per questo motivo non si può piacere a tutti. Ogni tanto fa bene anche ascoltare l’altra campana.

Grazie a chi ancora mi deve scoprire e a chi lo farà, un giorno. Contribuirete a far crescere il mio Diario, a farlo diventare adulto.

Buone letture e un bacio grande a tutti!

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr

Buon 2013!

libro-vampiri-buon-2013

Anche il 2012 volge al termine. Questa sera, festeggeremo tutti con i nostri amici, parenti, o chiunque preferiate avere accanto per il vostro passaggio da un anno all’altro. Io sarò con gli amici, quelli di sempre, quelli che ti fanno ridere e riscaldare il cuore. Ma so che anche le persone che non ci sono più mi saranno vicine, con lo spirito e l’amore.

Il mio anno con voi è cominciato da poco, poiché questo sito ha aperto i battenti poco meno di un mese fa. Le emozioni che però mi regalate ogni giorno sono tantissime, per questo vi faccio i miei migliori auguri. Che il 2013 sia un anno splendente d’amore e di felicità!

Auguri di buon anno nuovo!

 

Share via emailShare on FacebookShare on Twitter+1Share on MyspacePin it on PinterestShare on Tumblr